Quando il rumore prende il sopravvento. Metalli pesanti e sclerosi multipla (3)

Segue a : Metalli pesanti e sclerosi multipla (1)

Metalli pesanti e sclerosi multipla (2)

Dai due precedenti articoli si può evincere che:

1. la sclerosi multipla è di natura autoimmune, vale a dire che è lo stesso sistema immunitario che, invece di difendere, aggredisce il corpo;

2. l’origine delle malattie autoimmuni sembra derivare da uno stress ossidativo.

Partendo da una visione più naturopatica, od olistica, è spontaneo dedurre che gli elementi siano concatenati tra loro a partire dallo stress ossidativo.

In altre parole, in presenza di stress ossidativo,  i sistemi (tra cui l’immunitario) non espletano le loro funzioni e soprattutto non “comunicano” idoneamente a causa dei radicali liberi e delle sostanze ossidanti che, per loro natura, impediscono a loro volta la ricezione e l’invio d’ informazioni.

Ritornando al mercurio, nonostante le numerosissime pubblicazioni ufficiali,  il problema sembra non essere affrontato seriamente dalla classe medica. Mancanza di una corretta, adeguata, aggiornata informazione nel settore?

Molte persone vengono da me sicure del fatto che le otturazioni metalliche le hanno tolte, ma indagando sulla modalità con cui sono state eliminate si scopre, la gran parte delle volte, che la procedura di eliminazione non è stata eseguita seguendo certi canoni.

Meglio infatti un’otturazione in mercurio in bocca piuttosto che un’eliminazione eseguita senza le dovute accortezze!  Importante essere informati circa il protocollo utilizzato dal tuo dentista. Chiedigli se per l’eliminazione dell’otturazione utilizza la diga, la cappa per l’aspirazione delle esalazioni del mercurio e se può prescriverti:

  1. rimedi omeopatici per il drenaggio prima, durante e dopo il trattamento;
  2. oligoelementi per rinforzare il sistema immunitario.

Se così non facesse, rischi che il tuo corpo assorba in una solo seduta dal dentista ciò che avrebbe lentamente assorbito negli anni.

Quello che rende infatti rischioso l’intervento sono:

  • le esalazioni prodotte dal calore stimolato dalla frizione del trapano sull’amalgama,
  • la possibilità di deframmentazione dell’otturazione durante l’estirpazione di questa e la conseguente ingestione di piccoli frammenti.

Informazioni più dettagliate le troverai nel sito dell’Associazione Internazionale di Odontoiatria Biologica . In prima pagina troverai elencate:

4857 pubblicazioni scientifiche comprovanti la tossicità del mercurio presente nelle amalgame dentarie.

Troverai anche  le modalità con cui un bravo, qualificato, competente ed informato dentista deve fare quando si eliminano le amalgame:

http://www.aiob.it/rimozione-protetta.html

Il mercurio però è ben più presente di quanto crediamo nella nostra vita. Ti piace il tonno? O il pesce spada? Molti pesci, come sicuramente saprai, hanno accumulato mercurio, in particolare: il tonno, il pesce spada, la lubina, ma anche alcuni mammiferi acquatici (i beluga ad esempio).

Esiste una malattia chiamata malattia di Minamata provocata da un eccesso di accumulazione di mercurio. La popolazione più colpita al mondo è il Giappone. Nel 1960, uno staff  di medici giapponesi, scoprì che le cause dei disordini neurovegetativi dipendevano dal rilascio di un composto a base di mercurio presente nelle acque marine della baia di Minamata provocato dall’industria chimica giapponese Chisso Corporation. Il mercurio si agglomera nei tessuti adiposi dei pesci, cibo principale di tutte le popolazioni della regione colpita. Attualmente nella costa del Mar di Yatsushiro sono circa 2300 le persone colpite ma, solo nel 1996, le vittime furono indennizzate (quelle vive naturalmente).

Quali sono i danni? Neurologici: astenia, alterazioni sensoriali delle mani e dei piedi, deterioramento della vista e dell’udito, paralisi, morte.

Il mercurio secondo anche quanto pubblicato dal biochimico danese Poul Møller, produce il metilmercurio sostanza neurotossica per eccellenza in grado di provocare malattie degenerative e che ama legarsi a minerali come lo zolfo, il selenio, il carbonio (n.b.:il composto di carbonio è presente in ogni forma di vita in circa 10 milioni di combinazioni diverse).

Clicca qui sotto. Le informazioni provengono da fonti rigorosamente ufficiali: http://www.atsdr.cdc.gov/es/phs/es_phs46.html

Dal punto di vista energetico, l’intossicazione, presenta una congestione specifica che chiamiamo: congestione biologica. Quando si raggiunge un livello estremo di tossine, la congestione è ovunque, non c’è sistema energetico che ne sia esente … come se quell’informazione di degrado avesse preso posto all’ordine dettato e derivante dalla vita. Per noi operatori del settore è ovvia la conseguenza che può scaturire da questo stato, in tutti i piani.

Per far comprendere  alcune peculiarità della congestione, utilizzo spesso una metafora che credo renda bene l’idea. Immagina di parlare con una persona e ad un certo punto s’interpone, tra te ed il tuo interlocutore, un rumore. Qual’è il risultato? Il rumore impedisce la comprensione, parziale o totale, del messaggio in atto. Proprio in questo modo: ascolta

Cosa è successo? Hai recepito ciò che stavo comunicando fino all’arrivo dell’interferenza sonora, poi più nulla.

Il rumore acustico che hai ascoltato nel brano è l’equivalente della congestione, del disordine, dell’entropia che prende il sopravvento impedendo l’organizzazione, la comunicazione e la risonanza tra i sistemi.

Risultato: l’entropia dei corpi.

segue

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia Sottile, Chakra, COSTITUZIONE, Energia Sottile, NATUROPATIA, Palming, Percezione Energia Sottile, Percezione Sottile, Scanning, TECNICA ENERGO-VIBRAZIONALE, Tecnologia Cleanergy, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Quando il rumore prende il sopravvento. Metalli pesanti e sclerosi multipla (3)

  1. Manuel ha detto:

    Bellissimo articolo!

    GRAZIE!

    Mi piace

  2. Davide F. ha detto:

    Grazie articolo molto interessante!
    Sono pieno di vecchie otturazioni, con tutti i soldi gia’ spesi in passato per curarmi le carie ora dovro’ spenderli per curarmi la cura!!!
    Assurdo mondo beffardo!! chisssa’ se l’ associazione dei dentisti con tutti i soldi che si prendono (e si sono presi) daranno un risarcimento!!!!!
    Ciao

    Mi piace

  3. Paola Greco ha detto:

    feci togliere le amagame dai denti di mio figlio ma rivedro’ la cosa perche’ non sono sicura che le hanno tolte bene dopo aver letto questo articolo. mi documentero’ con odotoiatria biologica. Controllero’ che mio figlio non abbia piu’ traccia di metalli pesanti e sensibilizzero’ chi conosco . Saluti. Paola

    Mi piace

  4. Paola Greco ha detto:

    bisogna sensibilizzare piu’ persone su questi pericoli.Cordiali saluti.Pola Greco

    Mi piace

  5. giovanni ha detto:

    interessantissimo !
    ma esistono persone che non hanno otturazioni dentarie, o se le hanno sono di quelle sintetiche, in resina.
    esistono molte fonti di intossicazione..
    sappiamo anche che altre neurotossine come il piombo, e il cadmio, molto piu presenti nella.. nostra vita, hanno il triste effetto di annullare l effetto degli antiossidanti, lasciando quindi l organismo in balia dei radicali liberi.
    ora… quale terapia per disintossicarsi naturalmente da questi veleni ??

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...